Parchi e Giardini

"Nell'orrore del vuoto
Cosa è la vita?
Giusto un albero, sul cammino. "

Sôgi (1421-1502), poeta e religioso buddista

Gli specchi dell'anima giapponese

I giardini giapponesi non si riducono soltanto all'arte del bonsai. In questi giardini straordinari, prende vita l'estetica e lo spirito che guidano l'anima giapponese: le forme naturali e quotidiane si fondono in paesaggi lontani, si coniuga l'ordine con la rottura, l'infimo con l'infinito. Il vegetale, il minerale e l'acquatico riproducono la bellezza della natura. Una roccia qualsiasi è rispettata per la sua sola esistenza...

Giardini di muschi, giardini di pietre, giardini paesaggisti intonano con le musiche dell'acqua e del vento un'armonioso spartito. I giardinieri, veri e propri maestri, ricreano la natura, la sublimano artificialmente e dispongono le forze dell'invisibile.

Secondo il geografo Augustin Berque : « Le origini del giardino giapponese sembrerebbero ben radicarlo nella sacralità dello spazio selvaggio: numerosi autori considerano che la sua nascita sia dovuta al caos delle pietre sacre che mettono in relazione lo spazio degli uomini con la natura e con gli dei »

Concepito per un risveglio filosofico, il giardino zen suscita un'emozione estetica e la coscienza del vuoto. Linee pure, ghiaia sottile, astrazione formale... il paesaggio secco (kare sansui), stile del giardino zen nel quale i visitatori non possono circolare, invita alla contemplazione e all'oblio del sé: esempio impareggiabile il Ryôanji a Kyoto.

Nei parchi e nei giardini dell'arcipelago, la fioritura primaverile dei susini che annuncia quella dei ciliegi, il tanto atteso simbolo della fugacità dell'esistenza, come l'infuocato colorarsi autunnale degli aceri attirano un enorme flusso di visitatori, innamorati, amici e colleghi in attesa del gioioso sbocciare ed eternamente grati per l'onore e per il piacere di assistere a questo evento.

Seguendo la navigazione su questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookie al fine di migliorare l'esperienza dell'utente, fornire contenuti personalizzati in base ai suoi interessi o realizzare statistiche delle visite. Continuando su questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più e configurare le preferenze riguardanti i cookie.