L'Awa Odori a Parigi   パリの阿波踊り

Data di pubblicazione :
Una ballerina del festival Awa Odori (Tokushima), con il tradizionale cappello amigasa.

Una ballerina del festival Awa Odori (Tokushima), con il tradizionale cappello amigasa.

Il sindaco del quarto arrondissement di Parigi, Christophe Girard, circondato dai ballerini dell'Awa Odori presso l'Ambasciata di Francia in Giappone.

Il sindaco del quarto arrondissement di Parigi, Christophe Girard, circondato dai ballerini dell'Awa Odori presso l'Ambasciata di Francia in Giappone.

Un corteo di danzatori Awa Odori durante il festival a Tokushima (Shikoku).

Un corteo di danzatori durante il festival Awa Odori a Tokushima (Shikoku).

Matsuri nel Marais

Uno dei più celebri matsuri del Giappone arriva a Parigi: i canti ed i balli dell'Awa Odori di Tokushima popoleranno la place des Vosges nella primavera del 2015.

L’Awa Odori è un'istituzione in Giappone. Ogni estate il mese di Agosto, da 1 a 3 milioni di persone si recano a Tokushima (Shikoku) per assistere a questo festival (matsuri), uno dei più celebri del paese assieme al Nebuta (Aomori), Gion (Kyoto) o Tanabata (Sendai). Alcuni dicono che sia addirittura uno dei più grandi festival di strada al mondo! 

Soprannominato "la danza dei folli" (perché si balla ad un ritmo sempre più incalzante, e merito anche dell'alcool, si raggiunge quasi lo stato di trance), questa enorme coreografia è influenzata da danze buddiste antiche. Si è diffusa fuori Tokushima grazie ad un'altra specialità locale: la tintura indaco, commercializzata da mercanti itineranti che hanno diffuso la novella.

Ricetta per praticare l'Awa Odori secondo la tradizione: dei gruppi di danzatori radunati per quartieri, delle danzatrici in yukata acconciate con cappelli amigasa, dei musicisti che suonano strumenti tradizionali, molto sake e shôchu (alcool distillato)... Il tutto in un'atmosfera frenetica che dura per molti giorni. 

Da Tokushima a Parigi

Seguendo le orme di Tokushima, Tokyo ha adottato l'Awa Odori e dal 1954 il quartiere di Kôenji (Shinjuku), lo ha reso il suo festival della metà di Agosto.

E perché non Parigi? È la sfida lanciata il 30 Maggio all'ambasciata di Francia in Giappone da due giornalisti, Régis Arnaud (del Figaro) et Takao Toshikawa (The Oriental Economist Report), che vogliono far danzare la capitale francese nel 2015.

Sovvenzionato dalla pubblica amministrazione giapponese (ministero del turismo e dell'ambiente), da partner privati (Airbus) e dalla regione di Tokushima, questo Awa Odori blu-bianco-rosso dovrebbe svolgersi dal 22 al 25 Maggio, non alla maniera giapponese, su larghe strade, ma in place des Vosges e dintorni. Almeno un centinaio di danzatori e musicisti originari di Tokushima e Kôenji sono attesi per far vibrare il più antico quartiere della capitale al ritmo dell'Awa Yoshikono (il ritornello che accompagna le danze). Gli appassionati, i curiosi e gli amatori sono invitati a partecipare all'evento!

Commenti Scoprite i commenti dei nostri viaggiatori