Tsukiji   築地市場

Data di pubblicazione :
La celebre vendita all'asta dei tonni rossi

La celebre vendita all'asta dei tonni rossi è il momento più importante del mercato di Tsukiji.

Tsukiji è il più grande mercato del pesce del mondo.

Situato a Roppongi, il mercato di Tsukiji è il più grande mercato di pesce al mondo.

Piccolo tour nel ventre di un "Tok-iodé"

Tokyo si addormenta, Tsukiji si anima. Ginza è al buio, Tsukiji è illuminata. Il più grande mercato del pesce del mondo ripete ogni notte la sua danza frenetica ed invocativa in onore del tonno.

Dalle 3 del mattino, sui 23 ettari del mercato, i venditori si affrettano a scaricare navi e camion. Tutti si attivano perché ogni cosa sia pronta alle 5:30, ora alla quale comincia il quotidiano trantran della vendita all'asta dei tonni, il re dei pesci in Giappone. Quarantamila esemplari vengono venduti, uno ogni tre secondi. Questo rituale ha delle regole precise: gli acquirenti professionisti saggiano i tonni, i venditori si muovono tra i pesci allineati su centinaia di tavole in legno. 

All'asta

Tsukiji, letteralmente « terreno tolto al mare », obbliga pescivendoli, ristoratori e turisti a frequentarsi. Installato nel quartiere di Chuô dal 1935, è diventato il più grande mercato di pesce al mondo, con più di quattrocento specie differenti. 

Verso le sei, quando l'asta si conclude, i grossisti tagliano i pesci nel grande mercato coperto. Più lontano, altri segano quelli congelati e spesso diverse persone sono necessarie per un solo pesce. I curiosi diventano sempre più numerosi. Il rumorio del mercato interno prosegue fino alle otto. Gli esemplari sono venduti al dettaglio per poi essere distribuiti nell'insieme dell'arcipelago.


La vita dello Tsukiji, video di hokinskywalker.

Visita sorvegliata

In seguito il centro di gravità si sposta. Nelle vie vicine, i chioschi di legumi, quelli specializzati in alcuni alimenti e soprattutto i ristoranti di sushi, i sushiya, attirano i salarymen e gli amanti della buona cucina, avidi di un pasto carico di iodio di prima mattina. Qui il trancio di pesce, al quale Roland Barthes avvicina l'immagine della "dentelle", è succulento. La giornata comincia all'insegna del gusto. 

Tsukiji detta le proprie regole ai visitatori. Ognuno deve rispettarne una essenziale: solo i centoventi primi arrivati possono assistere alla vendita all'asta dei tonni, in tutta discrezione. I venditori ed i loro carrelli non soltanto hanno la priorità, ma è imperativo non disturbare mentre lavorano e naturalmente, è vietato toccare la merce. Non esitate in nessun modo a perdere questa esperienza, il risveglio mattutino ne vale la pena, questa "vetrina del Giappone amante della buona cucina" celebra l'arte del buon vivere. 

Il grande trasloco

Da molti anni un progetto di trasloco del mercato è in cantiere, ideato per supplire alla mancanza di spazio e all'età della struttura architettonica. In Marzo 2012, l'Assemblea di Tokyo ha votato per il suo trasferimento a partire dall'anno 2014 nel quartiere di Toyosu, nella zona di Kôto. Spostamento che viene rimandato al 2016 a causa del suolo contaminato a Toyosu che necessita di nuovi controlli. Il prezzo da pagare per questo trasferimento? Cento miliardi di yen - meno caro del costo del restauro del mercato stesso - per uno spazio grande il doppio. Il mercato di Tsukiji respira ancora oggi. Un luogo in continuo fermento. 

Commenti Scoprite i commenti dei nostri viaggiatori