Toto Gallery Ma   TOTOギャラリー・間

Data di pubblicazione :
A Minami, il Toto Gallery Ma organizza quattro mostre annuali sviluppate su tre livelli.

A Minami, il Toto Gallery Ma organizza quattro mostre annuali sviluppate su tre livelli.

La galleria Ma è stata progettata nel 1985 dalla società Toto, specialista in vetri riscaldati e servizi igienici.

Dai bagni all'architettura

L’impresa Toto, primo produttore in Giappone di apparecchi sanitari, si rinnova senza sosta dal 1917. Con la galleria Ma, essa si è lanciata in una sfida entusiasmante: esporre i lavori di architetti e designer. Hanno osato, e ci sono riusciti.

Ai confini di Roppongi, il nuovo triangolo d’oro dell’arte contemporanea formato dal Mori Art Museum, dal Centro nazionale d’arte di Tokyo e dal Museo d’arte Suntory, i virtuosi dei vetri riscaldati, dei bidet tradizionali, delle docce di domani e dei computer a servizio dell’igiene, hanno concepito nel 1985 la galleria Ma. All’origine, cinque artisti creatori, tra cui Tadao Ando, erano da tempo alla ricerca di un luogo per presentare i lavori e i progetti di giovani architetti e designer giapponesi e stranieri. In quegli anni, l’architettura non era ancora considerata come un’arte.

Il termine Ma evoca un concetto di spazio o di vuoto tra due cose o due persone, un luogo di assenza, di pausa nel tempo, elemento essenziale nella cultura giapponese. Grazie all'utilizzo dei simboli e dei sensi, questa nozione di intervallo abbraccia l’architettura, ma anche l’arte dei giardini, il teatro, la letteratura e la pittura.

Non così vuoto...

La galleria organizza quattro esposizioni annuali. Che siano già conosciuti o in ascesa, tutti gli ospiti vengono scelti con attenzione alla rilevanza delle loro realizzazioni. Essi si appropriano dei tre piani dell’edificio per mettere in scena il loro universo.

La libreria, da visitare assolutamente, propone delle opere bellissime e interessanti in diverse lingue, tra cui la pubblicazione “fatta in casa” di monografie sui lavori esposti nel corso degli anni. Una bibbia (bilingue giapponese-inglese) per gli amanti del genere.

Commenti Scoprite i commenti dei nostri viaggiatori