Shibuya   渋谷

Data di pubblicazione :
I crocevia di Shibuya (Tokyo) è uno dei luoghi emblematici del quartiere.

Il crocevia di Shibuya è uno dei luoghi emblematici del quartiere.

La statua del cane Hachikō a Shibuya è grande luogo di appuntamenti.

La statua del cane Hachikō a Shibuya è grande luogo di appuntamenti.

Shibuya 109, paradiso per coloro che amano la moda.

Shibuya 109, paradiso per coloro che amano la moda.

Flashy, sexy o trashy?

Frequentato da giovani adulti alla ricerca di nuove tendenze vestimentiarie, Shibuya non deroga mai alla sua regola: l'esibizionismo prima di tutto!

Le vittime disinibite della moda percorrono le sue strade in un corteo che gli stilisti e i sociologi amano studiare attentamente. È in questo quartiere che, alla fine degli anni ’80, Baby, the stars shine bright, la celebre marca di vestiti dedicati alla moda delle Lolita e di altre baby dolls, lanciò una linea di vestiti e accessori sconsigliati agli adulti e agli squattrinati. Il Shibuya 109, tempio dei fricchettoni per veri giapponesi, accoglie un centinaio di negozi di moda su otto piani. Le shibuyettes, sempre in cerca di un buon affare, rivedono e sconvolgono i canoni di bellezza. Esse ritracciano le linee prima di romperle, adottano gli stili con la stessa velocità con cui li negano. Cariche a 10.000 volt, si estasiano davanti a dei modelli con motivi vintage, e vestono delle tenute a dir poco esuberanti. Qui, i magazzini di vendita all’ingrosso fioriscono come i ciliegi a primavera. I gusti e i colori non vengono mai messi in discussione a Shibuya, il quartiere per chi ama  osare.

Un centro nevralgico

Dalla stazione di Shibuya, la via si immerge nel crocevia, che mette in scena una coreografia ritmata dai semafori e interpretata anche dai turisti. Qui, si incorciano infatti mille passanti, sotto le luci degli schermi giaganti e davanti alle automobili doverosamente allineate in attesa del sengale di partenza. Ma oltre a questo spettacolo, è doveroso osservare anche il murales di OKAMOTO Taro (1911-1996), icona dell’arte contemporanea. L’opera giagantesca, intitolata Myth of tomorrow, da trent’anni sul muro dell’Hotel Messico, è stata esposta a Tokyo per denunciare l’orrore dei bombardamenti atomici su Hiroshima e Nagasaki.

Il cane Hachiko

Per darsi un appuntamento a Shibuya, il punto di ritrovo non può che essere uno solo: davanti alla stauta del cane Hachiko. Ai piedi della stazione, l’animale, un Akita (razza di cane giapponese) veniva a cercare il suo padrone, professore universitario di Tokyo, quando ogni sera scendeva dal treno per tornare a casa. Fedele e puntuale, ha atteso degli anni l’uomo che, deceduto, non arrivava più in stazione. Gli abitanti del quartiere, commossi, decisero di rendere omaggio a questo fedele compagno e fecero erigere una statua di bronzo in suo onore. Ogni anno, il 7 marzo, viene organizzata una festa in sua memoria. Bau, bau….

Commenti Scoprite i commenti dei nostri viaggiatori