Palazzo Imperiale   皇居

Data di pubblicazione :
Nel quartiere della stazione di Tokyo, il Palazzo Imperiale, antica residenza dello shogun, divenne la residenza dell'imperatore e della sua famiglia.

Nel quartiere della stazione di Tokyo, il Palazzo Imperiale, antica residenza dello shogun, divenne la residenza dell'imperatore e della sua famiglia.

L'interno del Palazzo Imperiale di Tokyo è accessibile solo due volte all'anno: il 2 gennaio e il 23 dicembre.

L'interno del Palazzo Imperiale di Tokyo è accessibile solo due volte all'anno: il 2 gennaio e il 23 dicembre.

Vuoto al centro

“Tutta la città ruota attorno a un luogo contemporaneamente vietato e indifferente, dimora nascosta nel verde” Roland Barthes, L’impero dei segni.

Il Palazzo imperiale, situato nel quartiere della stazione di Tokyo, una volta la dimora dello shogun, è diventata la residenza dell’imperatore e della sua famiglia. Luogo piacevole e segreto, il suo giardino è spesso deserto.

“Una fortezza nella città”. Mentre nel XVII e XVIII secolo, i Re di Francia risiedevano a Versailles, fuori Parigi, gli shoguns dell’era Tokugawa (1603-1867) vivevano nel pieno centro della capitale Edo. Nel centro puramente geografico di Tokyo, il Palazzo imperiale assomiglia a uno scrigno, tanto la calma e il mistero circondano i suoi spazi, non appena attraversato il ponte Nijubashi.

Una volta il più grande castello al mondo, il Palazzo imperiale è ora costituito solo da fossati, bastioni e dal suo giardino, al punto che il luogo ha perso un po’ del suo fascino. Opaco e sobrio, il vasto sito non offre grandi meraviglie architettoniche da visitare. La riproduzione di alcuni giardini tradizionali conferisce però una certa atmosfera, il cui simbolo è il suo giardino orientale. Dall’Ote-mon, una volta ingresso principale, entrate e passeggiate nel solo luogo aperto al pubblico. Per quanto riguarda l’interno del Palazzo, esso non è accessibile. Ma due volte all’anno, il 2 gennaio e il 23 dicembre, giorno dell’anniversario dell’imperatore, i giapponesi possono vederlo un po' più da vicino.

Commenti Scoprite i commenti dei nostri viaggiatori