Il museo Yayoi Kusama   草間彌生美術館

Data di pubblicazione :

La principessa sul pisello

Il 2017 è l'anno di molte sfide per l'artista d'avanguardia Yayoi Kusama, 88 anni. Dopo una grande retrospettiva presso il National Art Center di Tokyo e la creazione della sua fondazione, ha appena inaugurato il suo museo nel distretto di Shinjuku; un sontuoso palazzo per La principessa sul pisello!

Tormenti e piselli

Nata nel 1929 a Matsumoto, Yayoi Kusama è colpita molto giovane da allucinazioni uditive e visive. Nel 1935, ha iniziato a disegnare le immagini e le percezioni dalle sue esperienze allucinatorie, le paure e le ansie. Il motivo ricorrente di piselli nelle sue opere appaiono nel 193. Questo è il punto di partenza del suo tema preferito. Dal 1948 ha studiato pittura giapponese, nihonga in una scuola d'arte a Kyoto. 

Leggi: Naoshima, l'isola d'arte

Auto-obliterazione

Nel 1966, il suo lavoro ha preso una nuova svolta. Ha prodotto i suoi primi ambienti chiusi: spazi in cui lei usa il suo proprio corpo e mette in scena teatralmente dei giochi di specchi. Queste rappresentazioni sono descritte come auto-ritratti.

 Definisce poi il concetto di "annientamento di sé" nel suo film omonimo nel 1967, utilizzando i piselli per coprire e nascondere tutto ciò che la circonda.  In questa annientamento del se l'idea di Kusama è quella di essere un tutt'uno con l'universo. Questo è anche il periodo in cui si organizza e partecipa a manifestazioni, spettacoli pubblici in cui uomini e donne nude, cancellate da piselli, ballano per le strade di Manhattan.

Dimenticanza


 Da allora ha esposto in tutto il mondo (al MOMA nel 1998, al Centre Pompidou nel 2011 ...) ed è incluso nel pantheon dei grandi artisti contemporanei. Di ritorno a Tokyo nel 1973 segue un tentativo di suicidio  per combattere le ossessioni che infestano la sua mente e superare il dolore della perdita dei propri cari. Il nome di Kusama e' scomparso dai riflettori negli ultimi anni.

Leggi anche: Il Tokyo National Art Center

Sotto il segno dell'amore infinito

Aperto dal primo ottobre 2017, il museo, gestito dalla Fondazione promuove l'arte di Kusama e consegnare il messaggio di pace e di amore che ella ha smesso di trasmettere nelle sue opere. La mostra inaugurale dal titolo "La creazione è una ricerca solitaria, l'amore è quello che ti porta l'arte" vi invita a scoprire il suo lavoro più recente; soprattutto dipinti della sua serie " La mia eterna anima " e "Love Forever". Le creazioni sono distribuite su 5 livelli di questo edificio nuovo di zecca. Inoltre, si può sperimentare uno dei suoi famosi "Infinity Mirror Rooms"; un impianto progettato specificamente per il museo. Dal 1965, Kusama ha creato una ventina di ambienti chiusi in cui gli specchi danno l'illusione di uno spazio infinito. La sessione della durata di 2 minuti di orologio in mano, è fatto da un gruppo di 6 persone; un'esplorazione dell'infinito in termini di privacy! All'ultimo piano, un'enorme zucca d'oro con puntini rosa si siede con orgoglio sulla terrazza.

Prenotazione obbligatoria

A causa del numero limitato di ingresso di ogni slot tour (11:00, 12:30-15:30 14h), è indispensabile prenotare il proprio biglietto. Essi sono in vendita alle ore 10 (ora giapponese) sul sito del museo ogni mese per il mese successivo. Il biglietto è valido per il giorno e l'ora scelti. E' quindi fortemente consigliato di arrivare in tempo!Il biglietto in mano, si avrà 90 minuti per godersi l'amore infinito dell'universo Yayoi Kusama.

Commenti Scoprite i commenti dei nostri viaggiatori