Quartiere Sanmachi-Suji   三町筋

Data di pubblicazione :
Quartiere Sanmachi-Suji

Quartiere Sanmachi-Suji.

Quartiere Sanmachi-Suji

I glicini del quartiere Sanmachi-Suji.

Little Kyoto

Tre grandi arterie bastano a dare a Takayama un’aria vissuta, quella di un quartiere storico e molto turistico dal fascino desueto. Passeggiare, sbirciare in una casa, gustare del sake, e il gioco è fatto.

Dappertutto, vicino o all’orizzonte, il suono dell’acqua accompagna i passi frettolosi, e quelli lenti e disinteressati. Il ponte rosso, che attraversa il fiume Miya-gawa unendo Danmachi-Suji al resto della città, dona a Takayama le sembianze di una piccola e pittoresca Kyoto, “la bella addormentata”, e del suo quartiere Gion. Le rive del fiume sono animate, numerosi i visitatori, un’atmosfera da piccolo villaggio colora il quartiere. Nelle tre vie principali, Ichi-no-machi, Ni-no-machi e San-no-machi, l’acqua cola dalle grondaie che fiancheggiano i muri delle case. Il grigio opaco dei viali contrasta con il color bruno delle particolari abitazioni e degli alberghi dalle finestre a reticolo e dalle facciate in legno. Qui, la porta socchiusa a tre livelli di un capannone dalla forma un po’ curiosa lascia intravedere uno yatai, uno dei ventitré carri che sfliano durante il Takayama Matsuri, in primavera o in autunno. Là, una grossa sfera in legno di cedro, fissata al di sopra di una porta, sorveglia i passanti, e segnala soprattutto l’ingresso alle molte distillere di sakè  come Hirase, Hirata, Niki… I loro proprietari non aspettano altro che farvi gustare la loro produzione. I bonsai, piante e arbusti in vaso davanti alle case, su un portico, danno il tocco finale.

All’angolo di un negozio, o di un’abitazione privata, si svelano delle abitazioni meastose, come quella di un samurai che oggi ospita il Museo folcloristico di Hida, con la sua piccola corte e i suoi passaggi segreti. Il Museo della storia locale di Takayama seduce anch’esso grazie ai suoi graziosi giardini e alla sua collezione di sculture di monaci buddisti Enku (1632-1695), che decoravano i dintorni di Takayama nel XVII secolo. La galleria d’arte popolare Fujii, dove cultura, patrimonio e storia fanno un tutt’uno, situata in una antica dimora di mercanti, presenta una collezione privata di articoli d’artigianato e di ceramiche.

Quartiere da passeggiata e trappola per turisti, Sanmachi-Suji è comunque da non perdere.

Commenti Scoprite i commenti dei nostri viaggiatori