Matsushima Bay   松島

Data di pubblicazione :

Pearl Tohoku

Le isole di Matsushima, a nord-est del Giappone, non offrono solo uno dei tre più bei paesaggi del paese ma sono anche un vecchio tesoro culturale da più di un millennio.

Matsushima Bay, nella regione di Tohoku, offre uno dei luoghi più suggestivi del Giappone. Gli alberi di pino che sono le sue 260 isole hanno dato il nome alla arcipelago "isole di pini," e gli è valso di essere parte di Nihon Sankei , i tre più suggestivo scenario del paese, a fianco di Itsukushima , sulla isola di Miyajima e Amanohashidate , a nord di Kyoto.

Una rarità geologica

Le Isole Matsushima sono il risultato di un fenomeno geologico unico: ciascuna è la punta visibile di un antica valle coperta dall' acqua in balia di movimenti tettonici. All'interno l'arcipelago, la profondità del mare non supera i 10 metri. Il tempo ha permesso di riformare queste isole e l'erosione ha dato loro tutte le forme possibili, alcune hanno la forma di fungo. I pini hanno approfittato delle favorevoli condizioni naturali per coprire l'arcipelago con un cappotto verde e finire per renderlo un paesaggio unico in Giappone.

Crociera tra le isole

Per ammirare le isole, niente è meglio di una crociera in barca. Diverse compagnie offrono tour dal porto di Matsushima, a pochi minuti a piedi dalla stazione Kaigan Matsushima. Per un prezzo compreso tra 1000 e 1500 yen (tra 8 e 12 €), si può godere il paesaggio spettacolare. Alcune crociere vi porteranno alla vicina isola di Shiogama e scintoista, altre invece vi condurranno a Oku-Matsushima, una zona remota meno popolare ai turisti. le partenze sono regolari dalle ore 10 alle 16.

Passeggiate

Due isole sono collegate attraverso ponti alla terraferma e sono facilmente accessibili a piedi. La prima è l'isola di Oshima, un tempo luogo di monaci asceti di Matsushima. Essa comprende ancora grotte decorate anche che sono stati utilizzati per la meditazione. L'isola di Oshima è oggi un luogo di passeggiata alla scoperta dei pini. Dalla seconda isola, Fukuura-jima, si accede da un ponte lungo 252 metri (rate: 300 yen / € 2,40). In quest'ultima ci si trova a percorrere anche diversi sentieri godendo allo stesso tempo delle belle vedute della baia.

L'ispirazione di artisti

 Bellezza delle isole di Matsushima ha ispirato il poeta Matsuo Bashô  (1644-1694) che si e' trasferito a vivere la' . Dalla visita alla baia, il maestro di haiku ha lasciato ai posteri tre interiezioni di versi famosi:

Matsushima!

Ô Matsushima!

Matsushima!

(Da Oku nessun hosomichi - Sente L'estremità più stretta del mondo)

Matsushima Bay ha anche ispirato il genio di Ukyo-e Utagawa Hiroshige (1797-1858).

Il pittore è stato uno dei dei punti di partenza per l'espressione dei famosi siti di sessanta e alcune province del Giappone, la serie di stampe dipinte tra il 1853 e il 1856 per catturare il bellissimo paesaggio del Giappone.

Un tempio nave riflessione

Il luogo non solo ha ispirato poeti e pittori. Molti monaci buddisti hanno visto in esso il luogo ideale per un ritiro monastico in edifici costruiti in modo da riflettere la bellezza naturale del luogo. Il più famoso è il Tempio di Zuigan-ji. Fondata nel 828, in primo luogo appartenente alla scuola Tendai, prima di essere trasformato in un tempio Zen durante il periodo Kamakura (1192-1333).

Leggi anche: Zen in Giappone

Restaurato dal feudatario Date Masamune nel 1609, esso offre un tipico esempio di architettura tradizionale giapponese. La sala principale e la cucina sono patrimonio nazionale dell'umanita'. Il tempio è anche famoso per le sue belle fusuma: porte scorrevoli giapponesi riccamente decorate e per il suo lungo viale fiancheggiato da cedri.

Il simbolo di Matsushima

Appena fuori dalla Zuigan-ji c' è un altro tempio buddista: l'Entsu-in. Tale e 'stato costruito nel 1646 per servire come un mausoleo per il figlio di un altro signore Data Mitsumune. L'interno è decorato con foglia d'oro e dipinti, alcuni ispirati all'arte cristiana. Da non perdere il giardino e alberi di acero muschio che si affacciano sul monastero.

Un altro tempio: il Godaido, costruito su una scogliera ed è diventato un simbolo di Matsushima Bay. Risalente al 807, questo, ospita cinque statue sacre che vengono mostrate al pubblico che ogni 33 anni! Ci vedremo nel 2039 ...la prossima volta.

La casa da tè Kanrantei

Originariamente costruita a Kyoto dal grande daimyo Toyotomi Hideyoshi (1537-1598), questa casa da tè in stile Momoyama è stata offerta al Signore Date Masamune  che si trasferisce a Matsushima. Il Kanrantei, "Padiglione per contemplare le onde", offre una vista sul mare e sulle isole dell'arcipelago. L'edificio ha due parti tagliate fusuma che sono state progettati per accogliere mogli di feudatari, principesse e gli inviati del Shogun. La casa propone una tazza di tè matcha (da 600 yen / € 5), prima di iniziare la visita al museo che espone armi, armature e altri cimeli del Giappone feudale.

Nb: Matsushima Bay, come tutta la costa di Sendai, è stata colpita dallo tsunami del marzo 2011. Mentre la maggior parte sono stati ricostruiti, alcuni edifici sono ancora in corso di costruzione.

Commenti Scoprite i commenti dei nostri viaggiatori