Festival Toka Ebisu   十日戎

Data di pubblicazione :
Toka Ebisu festa

Rami di bambù decorati con amuleti vengono distribuiti o venduti.

Toka Ebisu festa

Il Fuku-musume, queste giovani donne che distribuiscono fortuna.

Toka Ebisu festa

Amuleto portafortuna del Toka Ebisu.

Alla ricerca della felicità

L’anno inizia. Le festività del Nuovo Anno sono appena terminate che i giapponesi cominciano la ricerca del successo per i prossimi dodici mesi in occasione del Toka Ebisu.

Ad Osaka in particolar modo, più di un milione di pellegrini e visitatori si recano all’Imamiya Ebisu, fondato nel VII secolo, per celebrare "Ebessan", divinità degli affari, del commercio e della pesca. Anticamente, i mercanti ed i pellegrini attraversavano il ponte Ebisu-hashi, costruito appositamente per oltrepassare il fiume Dotonburi e visitare il prezioso santuario. Ancora oggi, ognuno viene a cercare per tre giorni, dal 9 all’11 Gennaio, il successo negli affari e la riuscita personale per l’anno a venire. La tradizione risale all’epoca d’Edo (1603-1868) e divenne particolarmente popolare nella regione del Kansai, ad Osaka in primo luogo. 

Per la fortuna, dei rami di bambù decorati con amuleti sono distribuiti o venduti durante questi giorni di festa. Il 10 Gennaio, l’avvenimento raggiunge il suo climax per il défilé della Lettiga della fortuna, durante il quale seicento persone, tra cui geisha e fuku-musume (sorta di sacerdotesse che apportano la buona fortuna) sfilano su carri ed offrono ai visitatori regali di buon augurio.

Le fuku-musume o la consacrazione

Si preparano durante tutto l’anno, passano molte audizioni per il giorno fatidico… Le fuku-musume, le giovani donne che distribuiscono la buona fortuna, devono passare molte selezioni affinché solo le meritevoli, tra tremila concorrenti, percorrano le strade di Osaka durate il celebre défilé del Toka Ebisu, circondate da decine di personalità della città e da geisha.

Gli animati dintorni dell’Imamiya Ebisu

Prima, durante e dopo il défilé, degli stands all’interno della mura del santuario vendono piccoli dolci di riso, portafortuna ed altri gingilli adorati dai giapponesi. La mattina del 10 Gennaio, un grande mercato di pesce viene organizzato dove viene principalmente venduta l’orata, pesce molto popolare per le feste.

Scopri anche in OSAKA

Commenti Scoprite i commenti dei nostri viaggiatori