Il Santuario Sumiyoshi Taisha   住吉大社

Data di pubblicazione :

Un vero Tesoro Nazionale

Un'architettura vergine dall'influenza continentale i cui edifici non presentano ancora le tracce della religione proveniente dal continente, appartenente a quel periodo in cui il Buddhismo dalla Cina non aveva ancora sconvolto lo stile giapponese.

Passando per i tori di pietra del Shumiyoshi Taisha non c'è nulla di sorprendente. Un recinto religioso, vermiglio sullo sfondo, un ponte...insomma, un tipico scenario scintoista giapponese. Tuttavia, i quattro edifici disposti ad "L" furono costruiti nel terzo secolo, molto tempo prima che il Buddhismo arrivasse in Giappone e influenzasse lo stile architettonico complessivo del paese, inclusi i suoi templi shintoisti, la religione unica radicata nel paese. Così, lo stile Sumiyoshi-zukuri, i cui imponenti edifici religiosi presentato tetti di paglia e una struttura a blocchi senza decorazioni ostentate, è stato conservato e sviluppato. Il suo esempio più famoso è il Sumiyoshi Taisha.

Il mare di buon auspicio

L'intero Sumiyoshi Taisha, risalente al terzo secolo e ricostruito dal diciannovesimo secolo, classificato "tesoro nazionale" è dedicato alle quattro divinità kami, del mare, dell'agricoltura, della diplomazia e della poesia waka. Anche l'imperatrice Jingu (169-269), nota per la sua conquista della Corea, è venerata. In passato, i commercianti di mare si fermavano ad Osaka per pregare presso il Sumiyoshi Taisha, prima di tornare alle loro navi.

Oltre al Honden, l'edificio principale, il sito comprende una collezione di settecento lanterne in pietra (luci che salvavano la vita nella nebbia marina?) e un affascinante ponte ad arco nel parco, il Taiko-bashi. Osaka nasconde gemme rare. E una visita ordinaria può diventare.. una scoperta piena di preziosi dettagli.

Scopri anche in OSAKA

Commenti Scoprite i commenti dei nostri viaggiatori