Osamu Tezuka Manga Museum   宝塚市立手塚治��記念館

Data di pubblicazione :
Osamu Tezuka Manga Museum

Giardino del museo di Osamu Tezuka.

Osamu Tezuka Manga Museum

Esposizione delle tavole di Osamu Tezuka.

Osamu Tezuka Manga Museum

Atrio dell'Osamu Tezuka Manga Museum.

Disegnami un manga

TEZUKA Osamu (1926-1989), il padre del manga moderno e pioniere dell’anime, ha lasciato circa centocinquantamila tavole di fumetti, dei lunghi e dei cortometraggi e centinaia di episodi di serie televisive che hanno accompagnato generazioni di giapponesi. Un insieme considerato le radici della cultura pop giapponese. A Takarazuka, un museo rende omaggio all’artista. Immergetevi nell’impero dei fumetti.

Nato sotto il segno de « l’amore della natura e del rispetto per la vita », il museo svela sui suoi tre piani l’universo di un disegnatore e narratore fuori dal comune. Perché dunque si trova a Takarazuka ? 

Vicino ad Osaka, questa piccola città, originariamente conosciuta per le sorgenti termali (onsen), si è trasformata su iniziativa del proprietario di una compagnia ferroviaria, un certo KOBAYASHI Ichizô (1873-1957). Al fine di aumentare il numero dei passeggeri, decide di creare nel 1914 un divertimento di un nuovo genere: uno spettacolo interpretato esclusivamente da donne con influenze delle riviste parigine e della commedia musicale. Questo verrà chiamato Takarazuka, ancora oggi adorato dal pubblico femminile.

Ispirazione onnipresente

TEZUKA, celebre mangaka (autore di manga), trascorre la sua infanzia a Takarazuka, luogo che sarà fonte di ispirazione e su cui costruirà la sua visione dell’esistenza. Là, l’estate, collezionava gli insetti. La natura, il mondo delle attrici e delle ballerine del teatro vicino poi la guerra marcheranno l’opera di questo prolifico autore.

La visita del museo dall’architettura totalmente influenzata dal mondo dei manga dal percorso ludico rivela il talento del creatore di Dororo, de La Storia dei Tre Adolf, de La Vita di Buddha e d’Astro, il piccolo robot. L’artista s’ingegna nel corso di queste storie a moltiplicare i punti di vista, a trascrivere nelle vignette la grammatica cinematografica con dei piani ravvicinati e dei travellings. Le tavole presentano dei disegni originali nell’integralità della sua opera. Un atelier per i più giovani, una biblioteca, delle mostre temporanee permettono di esplorare fin nelle sue profondità il mondo del cosiddetto manga no kamisama, letteralmente « il dio del manga ».

Scopri anche in OSAKA

Commenti Scoprite i commenti dei nostri viaggiatori