Museo di Storia di Osaka   大阪歴史博物館

Data di pubblicazione :
Osaka Museo di Storia

I manichini in tenuta da Corte nel Museo.

Osaka Museo di Storia

Torre del Museo di Storia di Osaka.

Osaka Museo di Storia

I pilastri vermiglio che evocano il Palazzo Naniwa.

La capitale decaduta

Anticamente Naniwa-kyô, Osaka l’abbandonata ha spesso giocato un ruolo di primo piano nella Storia del Giappone. Questo museo tenta di metter in luce i suoi momenti di gloria.

Osaka non ha niente da invidiare a Kyoto, a Nara o addirittura ad Edo! Questa città fu centro polito e religioso del paese e capitale sotto il regno del trentaseiesimo imperatore, Kôtoku (597-654), dal 645 al 745. In questo periodo, un palazzo imperiale, il palazzo di Naniwa, fu costruito di fronte al museo e all’attuale castello di Osaka. Le splendide sale di ricevimento di una volta oggi trasformate in un parco, accolgono i visitatori della domenica. 

Questo museo osa nella sua architettura moderna al fine di attirare un maggior numero di visitatori. Tutta curva, ornata da vetrate, la facciata è ricoperta di losanghe in arenaria e collegata da una sfera di vetro al palazzo adiacente dell’antenna locale della NHK (radio e televisione pubblica).

Visto che i giapponesi si distinguono in tutto, la visita comincia all’ultimo piano dell’edificio, il decimo. Per i deboli di ginocchia niente paura: degli ascensori trasportano fino all’ultimo piano. Prima di cominciare la scoperta della Storia della città, meravigliatevi davanti al magnifico panorama sul castello di Osaka e la città del divertimento.

Ritorno al futuro

Osaka ha divertimento da vendere in qualsiasi occasione. La Storia in questo museo è messa in scena grazie a delle riproduzioni a grandezza naturale della sala principale (Daikokuden) dell’antico palazzo e da plastici di fine precisione. Non è necessario decifrare degli oscuri testi o di ritenere una somma impossibile di date per conoscere le origini di questa città portuale. 

I manichini in tenuta da Corte o i pilastri vermigli che evocano il palazzo di Naniwa ricordano le cerimonie di un’epoca passata. Parimenti i contenuti audio e video riportano in vita gli attori di un’era animata della Storia giapponese, in cui gli imperatori cambiavano capitale come fosse un kimono.

La visita prosegue in discesa con il nono piano che illustra l’epoca medievale e gli inizi dell’era moderna, turbata dal collerico guerriero e primo unificatore del Giappone ODA Nobunaga (1534-1582) che affronta i valorosi monaci del tempio locale Ishiyama Honganji durante dieci lunghi anni. Nello stesso momento, Osaka ottiene titolo di foyer culturale del paese con l’emergere del genere teatrale del bunraku del quale numerose marionette popolano le sale del museo.

Un salto nel tempo e vi trovate all’ottavo piano che offre vari atelier le cui attività di assemblaggio di reperti possono risvegliare la vocazione all’archeologia. L’epopea storica si conclude al settimo piano dove si staglia l’Osaka industriale. Alla fine dell’era Taishô (1912-1926) e all’inizio dell’era Shôwa (1926-1989) le gallerie commerciale fiorirono, la linea Midosuji della prima metropolitano sorge dalla terra e la nuova moda sublima le architetture cittadine. Per chi non avesse ancora esaurito la sete di conoscenza, delle mostre temporanee proseguono al sesto piano. Infine, nelle profondità del primo sottosuolo, dopo un passaggio lampo in boutique o al ristorante al pianterreno (chiamato primo piano in Giappone), un deposito risalente al V secolo, fedelmente ricostruito, chiude in bellezza questa escursione. Una Storia intrigante.

Scopri anche in OSAKA

Commenti Scoprite i commenti dei nostri viaggiatori