Atsuta-Jingû   熱田神宮

Data di pubblicazione :
L'ingresso al Santuario di Atsuta a Nagoya.

Ingresso del santuario Atsuta di Nagoya.

Atsuta-Jingu

"Atsuta-jingû"

Le reliquie conservate nel bunkaden Santuario di Atsuta a Nagoya.

Le reliquie conservate nel bunkaden del santuario Atsuta di Nagoya.

Sul podio

Scrigno della spada della dea Amaterasu, l'Atsuta-jingû di Nagoya è uno dei due santuari più sacri della religione scintoista.

Dedicato alla dea del Sole Amaterasu, la più sacra del pantheon scintoista (sarebbe all'origine della famiglia imperiale), il santuario di Atsuta occupa un posto di rilievo nella religione animista giapponese (secondo in ordine di importanza dopo quello di Ise-jingû). 

La bellezza del principale santuario di Nagoya, costruito sotto il regno dell'Imperatore Keikô (73-130), è stata preservata grazie alle donazioni di illustri personaggi della storia giapponese: Oda Nobunaka, Toyotomi Hideyoshi, il clan Tokugawa...

Lo scrigno di Tsurugi

Il mito vuole che questo santuario sia stato edificato per accogliere la Kusanagi-no-Tsurugi, la "spada falciatrice d'erba", offerta da Amaterasu al suo discendente (il padre di Jinmu Tennô, primo imperatore del Giappone). Questa sciabola, l'equivalente di Excalibur nella mitologia medievale europea, è uno dei tre tesori sacri del Giappone, assieme allo specchio di bronzo  Yata-no-Kagami et il gioiello Magatama. 

Tre oggetti leggendari che simboleggiano le virtù imperiali ed attestano il carattere sacro della famiglia regnante. Ma esistono veramente? Solo un numero ristretto di persone è autorizzato a vederli: l'Imperatore e qualche prete scintoista di altissimo rango. 

Alberi millenari

Se l'accesso al tesoro (la sala dove è conservata la spada) è impossibile, questo non ha diminuito la sua attrattiva. Le circa 70 cerimonie e festival (matrimoni, rappresentazioni del teatro nô, danze...) accolte nell'immenso parco del santuario animano il luogo durante tutto l'anno. Un parco con alberi millenari! 

Da non perdere il bunkaden (il museo dei tesori) del santuario, che racchiude preziose reliquie, tra le quali un pugnale considerato tesoro nazionale, lame di sciabole, specchi...

Commenti Scoprite i commenti dei nostri viaggiatori