Museo della Bomba Atomica   原爆資料館

Data di pubblicazione :
Museo della bomba atomica a Nagasaki

Museo della bomba atomica di Nagasaki

Pilastro nero indicante l'ipocentro del disastro atomico.

11:02

Fantasma di un passato indelebile, il museo della bomba atomica di Nagasaki dà voce all'inferno vissuto il 9 Agosto 1945, il giorno in cui tutto si è fermato.

A Nagasaki, il museo della bomba atomica nel quartiere di Urakami, luogo della tragedia, commemora e racconta il giorno fatidico in cui la città fu spazzata via.

Testimonianze, oggetti del quotidiano carbonizzati, ricostituzioni e foto ci mostrano l'orrore dell'evento. Fra questi, un orologio. Le lancette, fermatesi per sempre alle ore 11:02, minuto in cui la città fu bombardata, imprimono indelebilmente nella memoria il ricordo di questo giorno.

Veniamo a conoscenza della terribile gravità dei disastri materiali e soprattutto delle perdite umane - circa 150000 vittime - e l'inferno vissuto dai hibakusha, nome dato ai sopravvissuti della bomba atomica "fat man". 

Ed è più di una semplice commemorazione, il museo è un'ode alla pace: denuncia l'abominio della guerra e traccia l'evoluzione dell'uso delle armi atomiche. 

Uscendo dal museo, è possibile vedere l'ipocentro della catastrofe, marcato da un sobrio pilastro nero nel parco del memoriale della pace. 


Commenti Scoprite i commenti dei nostri viaggiatori