Gion e Higashiyama   祇園 & 東山

Data di pubblicazione :
Gion Higashiyama

Un negozio di Gion sotto gli alberi di ciliegio.

Gion Higashiyama

Geisha che esce da una casa del tè nel quartiere di Gion.

Un mondo di illusioni

In questo quartiere una volta dedicato ai piaceri, ancora molte porte rimangono chiuse per gli stranieri. Malgrado i cambiamenti urbani, qui lo spirito di Kyoto è custodito ai massimi livelli. Per fortuna, numerose festività permetto comunque al turista di divertirsi.

Celebre rappresentazione di Kyoto, Gion mantiene in vita, anno dopo anno, la tradizione secolare delle geisha. Qui, le geisha vengono chiamate geiko. Dopo aver studiato per lungo tempo il canto, la danza e il portamento, queste donne artiste affittano il loro talento. Silhouette velate, esse non si offrono agli sguardi degli sconosciuti. A volte è possibile vedere le maiko, apprendiste geisha, sui loro alti zoccoli, coperte da un kimono in seta splendente legato in vita da una larga cintura (obi), uscire da una casa da the nascosta in una viuzza, aggrappate al loro telefonino come tutte le ragazze della loro età.

Al tramonto, le strade si animano. I neon sgargianti richiamano la gente a passeggio. Davanti ai bar, dei giovani procacciatori, in costume tradizionale e capigliatura decolorata, distribuiscono volantini. Altra epoca, altre usanze, le geisha non corrono più senza fiato da un appuntamento all’altro. Parcheggi, locande, e love hotels guadagnano terreno a discapito delle antiche case in legno. Per fortuna, la via pedonale Shinabashi dori resiste ai cambiamenti.

Gion è anche il regno dei templi buddisti, al pari di Chion-in, di Kennin-ji e di Shoren-in. E resta anche una delle ambientazioni privilegiate per i festival. Yasaka jinja, il “santuario di Gion”, deve la sua celebrità a uno dei festival più conosciuti e popolari, il Gion Matsuri. Il Kyo Odori in primavera e il Gion Odori in autunno permettono di ammirare le danze praticate dalle geiko. E tutto ciò senza dover attraversare l’uscio di una delle case da the, un vantaggio dunque per tutti gli stranieri e i non-iniziati.

A Est di Gion, l’affascinante quartiere di Higashiyama si appoggia ai massicci orientali della città. Con le sue vie lastricate che portano al tempio millenario di Kiyomizu-dera, questo quartiere incita il visitatore a dimenticarsi delle vicissitudini della vita quotidiana, per avvicinarsi alla saggezza buddista. Infine, è in questo quartiere che si dirigono gli amanti degli spettacoli dal vivo per assistere a una rappresentazione classica al Teatro del no Kyoto Kanze.

Commenti Scoprite i commenti dei nostri viaggiatori