Festival Takigi Noh   京都 薪能

Data di pubblicazione :
Una rappresentazione di Takigi Noh, alla luce di una torcia, in una magica atmosfera.

Una rappresentazione di Takigi Noh, alla luce di una torcia, in una magica atmosfera.

Poster del festival 65 ° Takigi Noh a Kyoto.

Poster del festival 65° festival di Takigi Noh a Kyoto.

Nô notturno

Il teatro nô è tanto più fine e misterioso quando è recitato nell’ambientazione notturna dell’Heian-jingu di Kyoto.

Nella cinta del santuario Heian-jingu, un palco è illuminato dalla luce delle torce. L’atmosfera sembra quella di una favola, e il pubblico trattiene il respiro prima dell’ingresso in scena degli attori della scuola Kanze, una delle più prestigiose del Giappone…

Così come la danza tradizionale kagura, questo teatro cerimoniale profondamente legato alla religione shintoista preferisce l’ombra alla luce. La tradizione del Takigi-Noh affonda le sue radici alle origine del nô, ispirato dalla danza sarugaku e interpretato a partire dal IX secolo nel tempio Kofuku-ji di Nara.

Revival a Kyoto

Fu molto più tardi che questo teatro si stabilì a Kyoto, nel 1950, con l’obiettivo di far rinascere negli anni del dopoguerra un elemento essenziale della cultura giapponese. Il momento scelto è molto importante: l’inizio di giungo, quando i 2000 hanashobu e ayame (due varietà d’iris) del Heian-jingu sono in piena fioritura.

Sessant’anni più tardi, il festival Takigi Noh di Kyoto è diventato un’istituzione nell’antica capitale imperiale. Esso segna l’inizio dell’estate e rende omaggio alle divinità. La programmazione è assicurata dalla scuola Kanze, che tiene viva la tradizione da ormai 700 anni, ed è diretta dal gran maestro Kiyokazu Kanze (nato nel 1959, 25à nel suo ruolo).

In programma per questa 65esima edizione del Festival:

- 1 Giugno: Takasago, Matsukaze, Shakkyo e Chigiriki ( teatro comico che fa da interludio tra gli spettacoli di nô).

- 2 Giugno: Yashima, Hanagatami, Shakkyo e Shidohogaku (Kyogen).

Estratto di una rappresentazione Takigi Noh (2013), il video è di McLaren.

Commenti Scoprite i commenti dei nostri viaggiatori