Daimon-ji Gozan Okuribi   五山送り火

Data di pubblicazione :
Daimon-ji Gozan Okuribi

Kanji del fuoco alla Daimon-ji Gozan Okuribi.

Il simbolo del fuoco rimane impressa in montagna

Il simbolo del fuoco rimane impresso sulla montagna

Dei mille fuochi

Durante l’estate, l’umidità di Kyoto allenta la sua stretta al crepuscolo. E quasi come se si sentisse la mancanza del suo calore, al calare della notte il festival Daimon-ji Gozan Okuribi offre ai suoi spettatori incantati un corteo di fiamme che divorano le montagne. 

Cinque monti incendiati con due simboli, un cielo illuminato. La sera del sedici Agosto alle 20:00, gli abitanti di Kyoto si riuniscono attorno ad un bicchiere di sakè per porgere i propri rispetti alle anime degli antenati ed osservare i giganti fuochi che infiammano i dintorni di Kyoto. Sul Daimonjisan, il carattere Dai ( 大 ), il più spettacolare, dà inizio a questo rovente spettacolo quale risponde l’altro Dai dell’Hidari-Daimonji-san. Poi, sui monti Matsugasaki Nishiyama e Higashiyama, prendono fuoco i kanji Myô ( 妙 ) e ( 法 ) che significano i « meravigliosi insegnamenti di Buddha », mentre il Monte Mandara-san adorna un suo fianco con un immenso torii incandescente - il tradizionale portale giapponese all’entrata dei santuari shinto. Sul Funayama, un funa-gata, una specie di barca, completa questo quadro a cinque lati per un panorama a 360 gradi. Oltre che per accrescere la temperatura di questo festival, un bicchiere di sakè assume un significato simbolico. Felici, sani e guariti sono coloro che vedono riflettere nel loro bicchiere uno dei gigantesche bracieri che illuminano cielo e montagne, evento considerato come un amuleto contro le malattie…di durata annua!

Commenti Scoprite i commenti dei nostri viaggiatori