Danjo-Garan   壇上伽藍

Data di pubblicazione :
Danjo-Garan

Un edificio del complesso del tempio Danjo-Garan.

Danjo-Garan

Pagoda del complesso del tempio Danjo-Garan.

Alle origini...

il Danjo-Garan, o Garan, è uno dei primi complessi costruiti da Kobo Daishi a Koyasan. Ampio, silenzioso, rilassante, abbonda di templi, contiene una sontuosa pagoda, e irradia un’atmosfera unica.

Anno 816. Kobo Daishi (774-835) stabilisce la sua comunità e posa le prime pietre di un “recinto sacro” destinato a diventare, con il Kongobuji, uno dei principali siti religiosi della città.

Il complesso conta al suo interno una ventina di templi e edifici vari, tra i quali il Konpon Daito, “la grande pagoda” a un piano, ricostruta alla fine degli anni ’30 e ridipinta tutta di rosso vermiglio. Costruzione simbolica, essa figura al centro di un mandala a forma di fiori di loto, costituito dalle otto montagne che circondano Koyasan. Tra leggenda e culto, il Konpan Daito ospita al suo interno il Dainichi Nyorai, il Buddha cosmico, circondato da altri quattro Buddha che lo assistono.

Il Kondo, padiglione principale che accoglie le più importanti cerimonie religiose, fu edificato nel 819 e anch’esso ricostruito l’ultima volta negli anni ’30. Una statua di Yakushi Nyorai, il Buddha medico, s’intravede quando il padiglione è aperto.

Tra le altre meraviglie, il Miedo, il “tempio dei ritratti”, una volta riservato alla meditazione di Kobo Daishi, rimane spesso a porte chiuse. Nascosto al suo interno, un ritratto del monaco fondatore è affisso nel mezzo di dieci altre opere dei suoi discepoli. In ogni caso, ogni 21 marzo, durante il festival Kyusho Mieku, Kukai si lascia contemplare e ammirare.

A sud del Danjo-Garan, il Museo Reijokan, costruito nel 1921, ospita milioni di tesori rappresentanti la quotidianità religiosa di questa città.

Commenti Scoprite i commenti dei nostri viaggiatori