Tempio Hase-dera   長谷寺

Data di pubblicazione :
Mappa del tempio Hase-dera

La pianta di Hase-dera.

Bay View dal Hase-dera Temple Kamakura

Vista sulla baia di Kamakura dal tempio Hase-dera.

Hase-dera

L'edificio Kannon-do Hall nel tempio di Hase-dera.

Un Dio in mare!

Nel 736, il ritorno miracoloso della statua di Kannon sulle rive di Kamakura, dopo quindici anni di assenza, ha dato vita al tempio buddista Hase-dera…

Alle origini del tempio Hase-dera troviamo un albero. Trovatosi faccia a faccia con albero di canfora dal tronco impressionante, il monaco Tokudo Shonin decise, secondo la leggenda, di scolpirvi due statue di Kannon (dea dall’infinita compassione) a undici teste. Dopo aver fatto dono di una delle statue al tempio Hase-dera della prefettura di Nara, gettò in mare la seconda. La sua riapparizione avrebbe simbolizzato la salvezza del popolo.

Non fu che quindici anni più tardi, nel 736, che la statua di legno rivenne in superfice sulla spiaggia di Nagai, in prossimità di Kamakura. La divinità fu allora trasportata sulle alture della città, dove si eleva ancora oggi un tempio in suo onore.

Una visita ai piani alti

Qui, i tesori si svelano man mano che si procede con la visita: a ciascun livello la sua attrazione!

Al primo piano di Hase-dera, scopriamo, oltre a un piacevole giardino fiorito, la grotta Benten-kutsu. Scavata nel fianco della collina, Benten-kutsu ospita la dea delle arti Benzaiten e le statue di sedici bambini, intagliati nella roccia.

Più in alto, a metà strada, le statue di Jizo (il protettore dei bambini) si susseguono a centinaia. Esse accerchiano la modesta sala Jizo-do, all’interno della quale siede il Fukuju Jizo (o “gioioso” Jizo).

Affacciato sul mare

Una volta arrivati in cima, la baia di Kamakura si offre ai visitatori in tutto il suo splendore.

È qui, al centro dell’edificio Kannon-do hall, che risiede la leggendaria statua a undici teste. La divinità, alta più di nove metri e ricoperta di foglie d’oro, può dalla sua posizione contemplare i flutti, e ricordarsi della sua migrazione nelle profondità marine.

Per tenerle compagnia, una statua del Buddha Amida in oro è posizionata nell’edificio accanto, Amida-do Hall.

Commenti Scoprite i commenti dei nostri viaggiatori