Tempio Mitakidera   三瀧寺

Data di pubblicazione :
Tempio Mitakidera

Ascesa al tempio Mitakidera.

Tempio Mitakidera

Il tempio Mitakidera sotto gli aceri fiammeggianti.

Il numero divino dell'acqua

Sul fianco della montagna, tre cascate scendono nella foresta. Una divinità vi sarebbe ospitata. Non ci voleva altro perché un tempio apparisse come un fungo nutrito dall’acqua di queste cascate: il Mitakidera.

Chi parla di buddismo, parla di buddha. Seduto, gambe incrociate, lunghe orecchie e cranio protuberante, la sua siluette è molto familiare. Ma non è solo. È aiutato nel suo compito di portare l’illuminazione a tutti dai bodhisattvas, inviatigli sulla terra. Uno di questi è Kannon, incarnato nelle cascate la cui acqua purificatrice inonda i fianchi del monte Mitaki (letteralmente “monte delle tre cascate”).

Il monaco Kukai, fondatore della setta Shingon stabilitasi sul monte Koya, decise di fondarvi un tempio nell' 809, decretando che il sito fosse sacro e che lo spirito del bodhisattva vi si sarebbe manifestato. Questo tempio figura come la tredicesima meta di pellegrinaggio di trentatrè luoghi di culto dedicati a Kannon della regione di Chugoku, e come uno dei più importanti della prefettura.

Sublime simbiosi

Per accedervi, una vera e propria spedizione attende i fedeli e i curiosi. Questa ascesa fino alla sala principale è una meraviglia, fatta in un’atmosfera mistica dove vi sarà difficile distinguere le opere della natura e quelle dell’uomo. Delle statue coperte da piante rampicanti sembrano mettere le radici nel terreno, mentre delle placche incise con poemi e delle effigi divine si allineano sulla superficie delle rocce.

Architettura e natura si fondono in una composizione atemporale, che vi conduce tra santuari e cascate. L’autunno è indubitabilmente la migliore delle stagioni per intraprendere il cammino di pietra del Mitakidera: il colore scarlatto che si diffonde tra il fogliame morente degli aceri ricopre l’intera foresta con la sua magia effimera.

Scopri anche in HIROSHIMA

Commenti Scoprite i commenti dei nostri viaggiatori