Tempio Soun-ji   早雲寺

Data di pubblicazione :
Soun-ji

Ingresso al tempio Soun-ji.

Soun-ji

Struttura in legno nel giardino del tempio Soun-ji.

Soun-ji

Ingresso nel giardino secco del tempio Soun-ji.

Spirituale e discreto

Tempio discreto, rimasto nascosto diversi secoli tra le montagne di Hakone, il Soun-ji è al suo meglio durante la stagione degli aceri rossi, in autunno.

Racchiuso nella cavità di un bosco di cedri e di bambù, questo tempio familiare riserva più sorprese di quanto ci si aspetti. Costruito nel 1521, bruciato a causa di un cambiamento di regime, poi ricostruito nel 1672, Soun-ji è il cuore spirituale della città di Hakone Yumoto.

Architettonicamente semplice, il suo edificio principale non accoglie visitatori, essendo interamente consacrato alle cerimonie religiose. Il tempio è dedicato al suo fondatore, Soun Hojo, un samurai del XV secolo conosciuto nella regione per la sua benevolenza e la cui tomba è posta, insieme a quella dei suoi discendenti, nel cimitero dietro il tempio. Durante il percorso di visita, si possono incrociare una statua del Buddha, degli idoli in miniatura e anche una torre dal tetto di paglia che racchiude una campana.

La perla rara, si trova però a lato del cimitero. Qui, si estende un giardino secco tanto nudo quanto raffinato, propizio alla meditazione. Un po’ più lontano, fuori luogo in un tempio buddista, ma pratica corrente dovuta al sincretismo religioso del Giappone, un piccolo santuario shinto è accompagnato dal suo torii (portale vermiglio) e da piccole figure di porcellana rappresentanti la divinità volpe Inari.

Raramente menzionato e visitato, Soun-ji ha il suo fascino quieto, messo particolarmente in valore in autunno durante il momiji, l’arrossamento degli aceri.

Scopri anche in HAKONE

Commenti Scoprite i commenti dei nostri viaggiatori