Museo Chôkoku No Mori   箱根彫刻の森美術館

Data di pubblicazione :
Chôkoku No Mori Museum

Ingresso al Museo Hakone Open Air.

Chôkoku no Mori

La statua del Parco Chôkoku no Mori.

Museo Chôkoku no Mori

Scultura del Museo Chôkoku no Mori.

Chôkoku no Mori

Sculture nello stagno Chôkoku no Mori.

Chôkoku no Mori

Scultura al Museo Chôkoku no Mori.

Chôkoku no Mori

Sculpture nel Parco del Chôkoku No Mori.

Arte all'aria aperta

Questo insolito museo si visita passeggiando tra più di un centinaio di sculture disposte in una cornice naturale.

Le questioni riguardanti l’arte sono spesso abbordate con un approccio manicheo e riduttivo: l’arte è una rappresentazione della natura o una sua imitazione? Arte e natura, arte contro natura, arte come natura o natura dell’arte… niente di più “naturale” che chiudere il cerchio con il museo all’aria aperta Chokoku No Mori, che potrebbe mettere tutti d’accordo, dimostrando che l’arte può essere nella natura, così come la natura può essere nell’arte.

Aperto nel 1969, il primo museo all’aria aperta di tutto il Giappone incanta immediatamente per il bozzolo in cui si è accoccolato. Collina verdeggiante, panorama costituito da valli e montagne con viste mozzafiato… La scoperta delle opere esposte al cielo giapponese si accompagna al sentimento di benessere che le decorazioni – un’opera d’arte al completo? – donano al luogo. Come uno scrigno, uno spazio verde e vergine, questo luogo era destinato a essere abitato. L’idea migliore di tutte è stata quella di farlo abitare dall’arte.

Qua e là

Circa centoventi sculture fioriscono con fascino, maestosità o discrezione nel paesaggio lenitivo del museo. Le opere, giapponesi o altre, datano del XIX, XX e XXI secolo e Hakone non ha nulla da invidiare alle collezioni dei giganti culturali giapponesi MOMAT e MOMAK…

Ogni opera è al suo posto, nel suo spazio. Molti artisti potrebbero essere citati: Henry Moore (1898-1986), che amava affermare che la scultura “è arte all’aria aperta”, con le sue ventisei opere esposte qui – che fa del museo una delle più grandi collezioni di questo scultore al mondo – Auguste Rodin (1840-1917), Aristide Maillol (1861-1944), Niki de Saint-Phalle (1930-2002) e la sua imponente Miss Black Power

La piazza centrale raggruppa le principali opere, o almeno le più conosciute, ma non esistate a passeggiare e perdervi nel parco. Assolutamente da vedere, sono la Scultura sinfonica, di Gabriel Loire (1904-1996), torre mutlicuolore a l’interno della quale colori e luci si impadroniscono dello spazio e lo riempiono, tra vetrate di chiesa e mosaici dalle tonalità cromatiche…

La Sfera nella sfera, dell’artista italiano Arnaldo Pomodoro, nato nel 1926, di cui altre versioni sono esposte negli Stati Uniti, in Libano, in Israele e al Vaticano, fa anch’essa parte delle opere imperdibili di questo museo. 

Una ricca collezione all'interno 

Il museo si sviluppa anche all’interno delle mura, e racchiude delle opere di Alberto Giacometti (101-1966), oltre a dedicare un padiglione intero a Pablo Picasso (1881-1973) e a trecento delle sue opere, dalla scultura alla pittura passando per il disegno, la poesia e soprattutto dai ritratti dell’artista spagnolo immortalato dal fotoreporter americano David Douglas Duncan. Il padiglione Picasso data del 1984 dopo che sua sorella, Maya Picasso, ebbe ereditato una parte delle opere del maestro. 

Per quanto riguarda l’apporto giapponese, citiamo le sculture del celebre TAKAMURA Kotaro (1883-1956).

Un luogo di vita

Ci sono pochi luoghi in cui l’interazione tra la cornice e il quadro, tra il paesaggio e le opere, è in così grande simbiosi. Per prolungare l’esperienza e fare del museo Chokoku No Mori non più un luogo di passaggio né un luogo di visita ma piuttosto un luogo di vita, se non altro per almeno un pomeriggio o una giornata, delle aree gioco sono a disposizione dei bambini, e dei grandi spazi verdi sono lasciati liberi per coloro che volessero riposarsi.

Il sito comprende anche un padiglione del the e diversi ristoranti, così come un pediluvio per chi ricercasse una piccola pausa dopo aver passeggiato tra le opere.

Scopri anche in HAKONE

Commenti Scoprite i commenti dei nostri viaggiatori