5 figure storiche Giappone   日本史の人物

Data di pubblicazione :
Tempio Horyuji

La pagoda a 5 piani del tempio Horyuji.

I grandi uomini del Giappone

Non è facile capire il Giappone, senza sapere nulla della storia del paese. Tutto sembra essere simile e i fatti si fondono l'uno nell'altro.

Cosa devi sapere su cinque delle più importanti figure storiche che tutti sanno giapponese e sui siti che li ricordano.

Shotoku Taishi (574-622), padre della nazione

Shotoku Taishi è un uomo di leggenda. Era un principe, che non è mai salito al trono, un grande protettore del Buddismo e l'autore della prima Costituzione giapponese. Egli è considerato il padre della nazione.

Ha guidato il Giappone dalla preistoria ai tempi moderni con la creazione di una nazione basata sul modello della Cina. Le origini di architettura buddista e scultura tornare da lui, perché ha ordinato la costruzione del primo tempio buddista. Inoltre, è anche l'inventore della parola Nihon, che è in lingua giapponese per il Giappone.

Sulle tracce di Shotoku Taishi: Si visita a Nara tempio Horyu-ji , che aveva costruito, e in particolare la costruzione a pianta ottagonale Yumedono quella sala sogno in cui è adorato la sua statua.

Kobo Daishi (774-835), il Santo

Kobo Daishi o meglio il monaco Kukai è il più venerato buddhista in Giappone. Egli è il fondatore della scuola buddista Tendai ed era in vita il più importante capo spirituale del Giappone.

La sua Vita è piena di leggende e miracoli che sanno tutti i  giapponesi. I suoi seguaci non credono a questo giorno della sua morte. Egli e' caduto un giorno in una meditazione profonda. Da allora, il suo corpo è custodito in attesa del suo risveglio dai monaci .

Sulle orme di Kobo Daishi: sulla sua isola natale di Shikoku Si può camminare nel percorso del pellegrinaggio di 88 templi o su Berg Koya vicino a Nara vedere dove esso riposa.

Oda Nobunaga (1534-1582), il Napoleon giapponese

Egli è alternativamente raffigurato come il salvatore del Giappone o come un tiranno demoniaco. 

Nobunaga ha avviato il movimento che alla fine ha portato all'unificazione del Giappone e la fine della guerra civile.

Egli divenne noto per il suo carattere implacabile e sua tragica fine. Nel 1582, al momento in cui stava per riuscire ad unificare la Nazione e caduto nella trappola di uno dei suoi vassalli  e fu costretto a suicidarsi.

Sulle orme di Oda Nobunaga: Si può andare direttamente nella Honno-ji di Kyoto, dove ha concluso la sua vita, e dove è sepolto.

Tokugawa Ieyasu (1543-1616), Machiavelli nella terra del sol levante

Tokugawa Ieyasu, il primo shogun del periodo Edo e il vincitore delle guerre civili di Sengoku. Lui è il fondatore di Edo (Tokyo) e il padre venerato dell'epoca Edo. Egli ha lasciato tracce visibili tuttora perché nello stato, che ha fondato si riflettono le sue idee.

Sulle tracce di Tokugawa Ieyasu: vi potete recare alla sua tomba a Nikko oppure visitare il castello di Edo, nel cuore di Tokyo. È inoltre possibile visitare la sua città natale di Shizuoka, dove molti oggetti appartenuti a lui, sono in mostra.

Ryoma Sakamoto (1836-1867), il rivoluzionario idealista

Senza essere una persona di straordinaria importanza, era ancora agli occhi dei giapponesi, il simbolo della fine dello shogunato e l'apertura e la modernizzazione del paese. Sakamoto Ryoma era un imprenditore, Samurai, rivoluzionario e idealista. Egli ha permesso la restaurazione dell'Impero nel periodo Meiji, ma è stato assassinato prima che fosse completato. Questa icona è onnipresente: in serie televisive, manga, su t-shirt e poster. A tutti i visitatori capita di vedere la sua faccia senza saperlo.

Sulle orme di Ryoma Sakamoto: Punto d'incontro: Ostello Teradaya a Kyoto, dove è stato assassinato. O per strada Sanenzaka dove si nascondeva dalle guardie del Shogun. È inoltre possibile visitare la sua tomba al tempio Gokoku-Jinja dove riposa accanto ad altri rivoluzionari.

Commenti Scoprite i commenti dei nostri viaggiatori