Philippe Frouin

Philippe

Originario della Francia, Philippe è stato fin dall'infanzia appassionato della cultura popolare giapponese grazie ai manga e ai videogiochi. Il suo profondo interesse per il design e l'estetica giapponese lo porterà in un'avventura dall'altra parte del mondo. Nel 2017, dopo aver lavorato per due anni a Londra in una compagnia giapponese, Philippe tenta l'avventura e decide di imparare il giapponese a Kyoto. Rimasto affascinato della vecchia capitale, decide di prolungare la sua avventura e stabilirsi lì.

Con una natura molto accogliente, sarà felice di condividere con voi la sua passione per il Giappone, la sua cultura, il suo artigianato e le sue arti.

Il suo percorso

Caratterizzato da una grande curiosità, ha studiato inizialmente scienze, per poi seguire la sua passione per le arti applicate e laurearsi in design industriale. Le sue esperienze nel campo delle relazioni con i clienti a Londra, Francia e Giappone gli hanno permesso di acquisire una solida capacità relazionale e lo hanno spinto a lavorare nel settore del turismo.

I suoi consigli per voi

Da non perdere :

Kyoto offre alcuni dei templi più impressionanti del paese: non perdetevi il Nanzen-ji vicino al cammino della filosofia. La visita di questo complesso buddista vi assicurerà una scoperta eclettica tra la storia del Giappone, il pensiero Zen e la bellezza dei paesaggi. Il sito è molto grande, potete camminare senza attraversare la folla. Consiglio anche il Konchi-in nelle vicinanze e il suo bellissimo giardino. 

Da portare :

Nonostante il declino dell'artigianato e del know-how ancestrale, Kyoto è piena di piccole pepite. Vi invito a fermarvi nel quartiere di Higashiyama dove, nonostante l'arrivo dei negozi di souvenir, potete trovare bellissime piccole bancarelle. Inoltre, durante le vostre passeggiate lungo il cammino della filosofia o nella foresta di bambù di Arashiyma, troverete alcuni artisti con incredibili qualità tecniche. La loro gentilezza porterà un tocco in più al vostro viaggio!

Cose da fare :

Fate una passeggiata la sera a Gion. Questo quartiere è molto più bello di notte che di giorno, quando è molto affollato. Passate vicino alla pagoda del tempio di Hokanji e godetevi un ambiente tradizionale con un'atmosfera magica. Consiglio anche la strada Miyagawasuji dalle ore 18 in poi, per provare a vedere le geishe.

Parole da conoscere :

Se volete distinguervi dagli altri stranieri che vengono a visitare Kyoto, dite ?Kini invece di Arigat?! Significa "grazie", ma nel dialetto locale. I giapponesi saranno sorpresi e sicuramente vi ricambieranno con un bel sorriso. Da conoscere: Shouganai. Se vi capita un contrattempo e non potete farci niente, dite questa formula magica. Un modo semplice per accettare la situazione e lasciarsi andare.

Piatti da provare :

Durante la serata, cenate nelle numerose Izakaya della città e non dimenticate di ordinare degli Edamame per accompagnare la vostra birra fresca. Assaporate anche la specialità di Kyoto, gli Yatsuhashi, torte di riso giapponesi, farcite e triangolari. Oggi è declinato in numerosi profumi.

Trappole da evitare :

Visitate Kyoto al vostro ritmo e non concentratevi solo sui "must" più turistici. Apprezziamo davvero Kyoto quando ci perdiamo. A volte Kyoto può essere vittima del suo stesso successo e la folla potrebbe rovinare il piacere della scoperta. Alzatevi presto e visitate per primi i luoghi da non perdere.

Seguendo la navigazione su questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookie al fine di migliorare l'esperienza dell'utente, fornire contenuti personalizzati in base ai suoi interessi o realizzare statistiche delle visite. Continuando su questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookie. Per saperne di più e configurare le preferenze riguardanti i cookie.